Inversione Contabile

IVA, guida alla fatturazione per operazioni estere

Internazionalizzazione Un'impresa o professionista che si trovi ad avere scambi di servizi con operatori non italiani ha obblighi diversi in materia IVA a seconda che l'azienda straniera sia europea o extra-europea e che sia cliente o fornitrice: in ogni caso è fondamentale stabilire il momento esatto dell'effettuazione dell'operazione, utilizzando criteri e regole sulle quali ha fatto chiarezza la circolare 16/E/2013 dell'Agenzia delle Entrate. => VIES online per operazioni IVA nella UE Obblighi IVA Per prestazioni ricevute da operatori fuori dai confini nazionali, il committente italiano passivo IVA...

Obblighi IVA per servizi oltre frontiera

IVA L'Agenzia delle Entrate ha chiarito con la C.M. 21 maggio 2013 il corretto assolvimento degli obblighi contabili IVA per operazioni estere, illustrando come individuare il momento in cui si consuma la prestazione di un servizio reso o ricevuto da soggetti passivi residenti fuori Italia e quando scatta la maturazione dei corrispettivi, passaggi fondamentali per il pagamento nei termini di legge. La Circolare riprende la Legge Comunitaria 2010 (L. 15 dicembre 2011, n. 217) nell’art. 8, co. 2, che dà seguito alle Direttive 2009/69/Ce e 2009/162/Ue uniformando l’ordinamento italiano...

Compensazione IVA 2012: nuove regole e scadenze

Iva 2012, la circolare Assonime sulla scadenza del 1 ottobre Per compensare crediti IVA superiori a 5mila euro, il modello di dichiarazione IVA 2012 va presentato entro il 30 settembre (domenica), senza aspettare il primo ottobre: in questo modo la compensazione potrà essere effettuata subito: chi presenta il modello IVA 2012 entro il 30 settembre può effettuare compensazione del credito dal 16 ottobre, chi lo presenta il 1° ottobre potrà farlo il mese dopo, ossia dal 16 novembre. Ricordiamo infatti che la nuova soglia massima di compensazione libera - rispetto ai precedenti 10mila euro - è ora 5mila euro. Leggi le nuove regole...

Inversione contabile per cellulari e pc: anche multi-core

cpu IVA su cellulari e pc: cambiano le regole per il reverse charge, ovvero l’inversione contabile, in caso di cessioni di dispositivi a circuito integrato quali microprocessori e unità centrali di elaborazione (CPU) prima della loro installazione in prodotti destinati al consumo finale (quindi parliamo di compra-vendita all'ingrosso) , in vigore dal 1° aprile 2011: a chiarire i dubbi di imprenditori e professionisti sul meccanismo - disciplinato dall’articolo 17, comma 6, lett. b) e c) del DPR 26 ottobre 1972, n. 633 - è la risoluzione n. 13/E dell’Agenzia delle Entrate. Quali...

Reverse charge: nuove regole 2012 sulle prestazioni di servizi

reverse charge Cambiano a partire dal 17 marzo 2012 le regole sul reverse charge: la Legge Comunitaria 2010 - L. n. 217 del 15 dicembre 2011, entrata in vigore il 17 gennaio 2012 dopo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale n. 1 del 2 gennaio 2012 - ha infatti modificato la normativa IVA per le prestazioni di servizi effettuate da soggetti non residenti nei confronti di soggetti passivi nazionali. Il reverse charge (inversione contabile) che si applica alle cessioni di beni ai sensi dell’art. 17, c.2 del DPR n. 633/72, prevede che gli obblighi IVA relativi alle prestazioni effettuate nel...

Legge Comunitaria 2010 in vigore, le nuove norme IVA

Commissione Europea Entra in vigore la Legge Comunitaria 2010 (L. n. 217/2011), approvata dal Governo Monti per sanare la posizione dell’Italia in merito a procedure di infrazione della normativa comunitaria e all’obbligo di conformarsi a sentenze di condanna della Corte di giustizia europea. Essa prevede, tra le altre cose, l’adeguamento della normativa nazionale in materia di IVA (DPR n. 633/1972) alle recenti modifiche comunitarie. Nella Legge Comunitaria 2010 - che si articola in due Capi e 24 articoli ed è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 1 del 2 gennaio 2012 - è quindi prevista...

Violazione reverse charge? La detrazione IVA vale comunque

Le tasse sul risparmio nella Legge di Stabilità Diramata in questi giorni la risoluzione n. 56/E dell'Agenzia delle Entrate, nella quale si chiariscono operatività e sanzionabilità della pratica del reverse charge. «Il diritto alla detrazione IVA è riconosciuto anche nel caso in cui gli obblighi connessi al regime dell'inversione contabile siano assolti per effetto dell'attività di controllo dell'Amministrazione finanziaria». Per inversione contabile - o reverse charge - si intende l'integrazione della fattura estera con l'imposta, e relativa annotazione in entrambi i registri Iva (art. 17, terzo comma, del DPR n. 633 del...

X
Se vuoi aggiornamenti su inversione contabile

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy