Inflazione

CGIA: Italia in deflazione

Deflazione Italia Altro che ripresa economica, secondo le ultime analisi dell’Ufficio Studi della CGIA Mestre l'Italia è in deflazione come nel 1959: nel 2016 i prezzi al consumo per i cittadini italiani sono mediamente diminuiti dello 0,1%, come non avveniva da ben 57 anni. L'analisi della CGIA ha monitorato la variazione media dei prezzi di 200 voci di prodotto nei primi 11 mesi del 2016 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Prodotti in deflazione A diminuire sono stati soprattutto i prezzi legati ai prodotti soppiantati da altri con tecnologie più evolute: computer fissi (-11,5%),...

BCE, inflazione e Grecia: dati e previsioni 2015

Rate Nei primi giorni del mese sono stati pubblicati i dati sull'inflazione europea: sebbene attesa nel primo trimestre del 2015, la deflazione ha fatto la sua comparsa nel Vecchio continente già a Dicembre 2014, con un -0.2% (+0.8 nei dati destagionalizzati), a causa dell’abbassamento degli energetici.Meglio oltre Manica, invece, dove l’inflazione a Dicembre si è fermata al 0.5% (+1.3% nei dati destagionalizzati). Sebbene la pubblicazione dei dati sull'economia inglese abbiano evidenziato una produzione industriale ed edilizia, e l’indice PMI manifatturiero inferiori alle aspettative,...

Andamenti delle principali valute

Borsa La volatilità delle valute ha continuato a caratterizzare il mercato anche nella seconda settimana dell’anno ed il trend verso un rafforzamento del dollaro sembra non fermarsi. L’inflazione, aspettata per il primo trimestre del 2015, ha già mosso i primi passi nelle economie europee con una diminuzione del 0.2% rispetto all’anno precedente, rendendo ancora più probabile l’intervento della BCE sulle misure di easing durante il meeting del prossimo 22 Gennaio. Come previsto, l’euro ha avuto difficoltà durante tutta la settimana e perso un altro 1% sul dollaro (USD). Più...

Italia a rischio deflazione: riflettori sulla BCE

Deflazione In Europa sale la paura per il rischio deflazione, che per Goldman Sachs è particolarmente sentito proprio in Italia, complice  il potenziale calo dell'Export verso i mercati emergenti ed il conseguente effetto domino sull'economia dell'Eurozona e del nostro Paese. La BCE ha comunque deciso di non procedere con un nuovo taglio dei tassi d'interesse in area Euro, mantenedoli invariati allo 0, 25%. Questo, nonostante la promessa del Governatore Mario Draghi di "agire" dinanzi a rischi di deflazione troppo alti: la Banca Centrale Europea ha in realtà confermato le attese degli analisti,...

Ballando sul Titanic: la via di mezzo tra deflazione e inflazione

Complessità aziendali Le notizie sull'economia dell'Eurozona e sulla disoccupazione somigliano a bollettini di guerra, confermando che l'economia non mostra segni di stabilizzazione. Altro che ripresa: sono la prova del fallimento delle politiche economiche e della Banca Centrale Europea. Il “freno a mano tirato” della politica monetaria della BCE è solo una parte del problema. Forse ancora più significativa è l’ impostazione delle politiche fiscali, che hanno visto tagli orizzontali alla spesa pubblica ed aumenti della pressione fiscale in una situazione di recessione generalizzata. E' assurdo vedere...

Aliquote IRPEF 2013: riforma scaglioni anti-crisi

IRPEF Crescono i salari in Italia, ma meno dell'inflazione. I dati ISTAT dimostrano che una riforma fiscale, degli scaglioni e delle aliquote IRPEF si renderebbe utile - se non necessaria - per combattere la crisi economica. => Consulta le aliquote IRPEF 2013 Per Pietro Giordano, Segretario Generale Adiconsum, rilanciare i consumi e l'economia del Paese richiedono di dare il via urgentemente ad «una seria riforma fiscale che preveda l’abbattimento degli scaglioni più bassi delle aliquote IRPEF dei lavoratori dipendenti e dei pensionati». Al contempo, Adinconsum propone la...

Disoccupazione, sommerso e precariato: nuovi record in Italia

Lavoro e crisi: disoccupazione e contratti precari record La disoccupazione in Italia a luglio  ha toccato il 10,7% , un record che va di pari passo con quello della disoccupazione giovanile al 35,3%, con un picco nel IIQ 2012. Lo rivelano i dati ISTAT sul mercato del lavoro, che fotografano una situazione di crisi profonda in cui spicca anche il numero crescente di precari: ben 2,5 milioni. Solo un terzo delle famiglie arriva serenamente a fine mese, per colpa di uno spread tutto italiano tra ricchezza reale, reddito e tenore di vita(dati Eurispes). Ed è in questo quadro che si colloca il proliferare dell'economia sommersa, pari...

BCE: per Draghi ripresa nel 2012, tassi e inflazione sotto controllo

draghi La ripresa economica prenderà il via già nell’anno in corso, anche se permarrà per tutto il 2012 un quadro di incertezza: parola del presidente della BCE, Mario Draghi. Dunque, le economie globali si starebbero lasciando alle spalle la crisi economica e persino «l’inflazione nell'Eurozona dovrebbe scendere sotto il 2% nel 2013». Ripresa economica Non c’è da aspettarsi nulla di clamoroso, ravvisa dunque Draghi: la ripresa sarà lenta e «lo scenario economico resta soggetto a rischi al ribasso», caratterizzato da una «prevalente incertezza». I segnali «che la ripresa...

ISTAT: retribuzioni ferme, gap record tra salari e prezzi

Aumento Iva al 22%, effetti su prezzi, consumi, PMI Cresce il gap in termini di crescita su base annua tra retribuzioni contrattuali orarie inflazione: +1,2% contro +3,3% per un differenza del 2,1%, il divario tra salari e prezzi più ampio dall’agosto del 1995. Ad evidenziare il dato è l’ISTAT, che sottolinea: in Italia le retribuzioni orarie a marzo sono salite su base annua, ma rispetto al mese di febbraio è tutto fermo. Rispetto al primo trimestre 2011 la retribuzione è cresciuta quest'anno del +1,3%. In ogni caso la crescita tendenziale è la più bassa dal 1983. Retribuzioni nel pubblico e nel privato Entrando nello...

BCE su Italia: cala spread ma IVA traina inflazione

BCE: cala lo spread in Italia ma schizza l'inflazione a causa dell'IVA da record La Banca Centrale Europea ha presentato le consuete stime sull'economia europea e, fra le considerazioni legate all'Italia, è emerso forte il rischio inflazione legato all'aumento IVA: in primis quello stabilito dalla manovra finanziaria d'agosto e a seguire il secondom probabile incremento atteso a ottobre per effetto della manovra Monti. Stime 2012 E siamo all'analisi dell'economia: la BCE si attende una «graduale ripresa» nel corso del 2012, alimentata «dalla domanda estera, dai tassi di interesse a breve termine molto contenuti nell’area dell’euro e da tutte le misure...

X
Se vuoi aggiornamenti su Inflazione

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy