Incremento Produttività

Gli effetti nocivi degli uffici open-space

Open-Space Gli uffici open-space si sono molto diffusi negli ultimi anni e sono stati pensati in ottica di produttività, nella convinzione che potessero migliorare la collaborazione e la comunicazione tra i dipendenti, aumentando l'impegno sociale, la responsabilità e la trasparenza. Purtroppo non sempre è così, anzi con il tempo molti studi hanno dimostrato alcuni effetti nocivi dell'open space, a partire d quelli legati alla privacy dei dipendenti: la percezione da parte dei lavoratori di una sua violazione ne mina la produttività. => Ufficio in movimento, ma protetto e...

Detassazione produttività al via: accordo tra parti sociali

Accordo La detassazione dei premi di produttività diventa operativa, grazie all'accordo fra le parti sociali, ovvero fra sindacati (Cgil, Cisl e Uil) e Confindustria. L'intesa prevede accordi territoriali o aziendali, grazie ai quali si possono ottenere le agevolazioni fiscali sulla produttività previste dalla Legge di Stabilità 2013 (L. 228/2012, art. 1, comma 481), dal successivo decreto della presidenza del consiglio dei ministri del 22 gennaio 2013 (leggi qui). Si tratta di un'aliquota agevolata al 10% sulla parte di salario parametrata alla produttività, applicabile ai redditi fino...

Le relazioni proficue: quando la passione incrementa la produttività

Cupido al lavoro La passione facilita il lavoro, tanto che in azienda si tende a far collaborare colleghi “complementari” per migliorarne la reciproca produttività. Ma a volte vale anche la regola contraria: il lavoro facilita la passione. Ogni sette anni di esperienza in azienda, si ha mediamente un’avventura amorosa a causa delle tante ore trascorse assieme in condizioni ottimali e in una sede – il luogo di lavoro – tra le più “seducenti”, unitamente alle posizioni di comando, che esercitano fascino tra i subalterni secondo la regola “più si è piazzati in alto e più si seduce in...

Produttività: accordo sui nuovi contratti

Produttività, Italia sotto la media europea Incentivare la contrattazione di secondo livello a favore della produttività: è questo il fulcro dell’accordo firmato tra Confindustria, Rete Imprese Italia, Abi, Ania e Alleanza delle Cooperative e presentato a Cgil, Cisl, Uil e Ugl. Il testo definitivo dell’intesa tra imprese e sindacati sulla produttività dovrebbe arrivare entro il 18 ottobre, ovvero prima del vertice UE al quale parteciperà il premier Mario Monti. >> Vai agli aggiornamenti sulla contrattazione di secondo livello I punti nodali della bozza del documento per la produttività implicano...

Riforma del Lavoro: Fornero apre a modifiche sui contratti

Riforma del Lavoro, il ministro Fornero apre sui contratti a termine L'intervallo di tempo necessario fra un contratto di lavoro e termine e l'altro fissato dalla Riforma del Lavoro «sta creando problemi»: a dirlo, questa volta, non è un rappresentante delle imprese ma lo stesso ministro del Lavoro, Elsa Fornero. >>Leggi come sono cambiati i contratti a termine dopo la riforma Se da un lato il ministro difende l'impianto della riforma, dall'altro si dichiara disponibile al dibattito e a eventuali modifiche. In primis sulle pause fra contratti a termine. Intervalli tra contratti a termine La riforma prevede (articolo 1, comma 9, lettera g)...

CNA Roma: imprenditori laziali sfiduciati

Crisi consumi e aumento tasse: sos di Confesercenti e Confcommercio Crescono i disagi per le imprese laziali, causate dalle difficoltà nell’accesso al credito ma anche al brusco crollo della domanda estera: la conseguenza è il taglio degli investimenti e, inevitabilmente, la riduzione della produttività. A illustrare la grave situazione economica che colpisce le imprese del Lazio è un’indagine promossa dalla CNA di Roma condotta in collaborazione con il Cer: “Indagine congiunturale sulle piccole imprese del Lazio- Consuntivo I semestre 2012 e Aspettative II semestre 2012”. Scopri tutte le novità sulla crisi economica Anche nella...

Riforma Contratti: rivalutazione salari per la produttività

Lavoro, verso la riforma dei contratti Produttività e stipendi: ecco i due cardini delle riforme al vaglio per poter applicare gli accordi del 28 giugno 2011 sui contratti in Italia: obiettivo, un contratto nazionale più leggero e una contrattazione di secondo livello potenziata. La riforma del meccanismo di rivalutazione salari sostituendo l'obsoleta IPCA - inflazione "leggera", base di calcolo per gli aumenti contrattuali in sede di rinnovo - con un sistema di incrementi legati alla produttività sembra la risposta più immediata. Nelle PMI, tuttavia, una contrattazione aziendale non esiste e gli aumenti in busta...

Governo-imprese, vertice su tasse, pagamenti PA e lavoro

Governo-imprese, vertice sulla crescita La conferma che non ci sarà l'aumento IVA nel luglio 2013, ma anche l'impegno a recepire la direttiva Ue sui ritardi di pagamento della PA alle imprese entro novembre, a concludere entro il 2012 la delega fiscale, a ulteriori misure di semplificazione e agevolazioni per le imprese (anche le PMI) e una precisa richiesta, da parte dell'esecutivo alle parti sociali: bisogna recuperare produttività del lavoro, su questo serve dialogo, che punti fra le altre cose a rafforzare la contrattazione aziendale. È la sintesi dell'incontro fra Governo e imprese che si è svolto ieri, 5 settembre,...

Lavoro, Fornero: verso la delega sulla democrazia d’impresa

Lavoro, il piano Fornero per la democrazia d'impresa Una riduzione del cuneo fiscale «a favore delle imprese che dialogano con i lavoratori»: l'idea è del ministro del Lavoro, Elsa Fornero, che pensa a una serie di «sperimentazioni virtuose per aumentare la produttività» nel mondo del lavoro italiano. Bene i provvedimenti allo studio del Governo, come gli incentivi alle start up innovative, giusto il richiamo del ministro dello Sviluppo Economico Corrado Passera alla necessità di una miglior collaborazione fra le parti sociali. Ma fra le cose su cui il ministro Fornero sembra insistere maggiormente c'è un progetto che riguarda...

Crescita, Passera: patto per la produttività del lavoro

Il ministro Passera rilancia sulla produttività: patto fra parti sociali L'Italia ha un problema di produttività e per colmare questo che è «il più grave degli svantaggi competitivi» ci vuole un patto fra le parti sociali, sindacati e imprese. A parlare è il ministro dello Sviluppo Economico, Corrado Passera, che in un'intervista alla Stampa affronta fra gli altri temi relativi alle sfide per il mondo del lavoro e delle imprese. In particolare, il problema è la «produttività del lavoro» spiega il ministro. E «questo fondamentale fattore di competitività e di crescita», più che nelle mani della politica è «nelle mani delle parti...

X
Se vuoi aggiornamenti su incremento produttività

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy