Garante Privacy

Il Garante per la protezione dei dati personali, più semplicemente conosciuto come Garante della Privacy, rappresenta un'autorità amministrativa indipendente. Tale figura venne istituita, con Legge n° 675 del 31 dicembre 1996, anche Legge sulla privacy, con l'obiettivo di assicurare e tutelare il trattamento dei dati personali da parte di terze parti, siano esse enti pubblici o istituzioni private. La Legge 675/1996 venne successivamente abrogata e sostituita dal D. Lgs. 196/2003, Codice in materia di protezione dei dati personali o Codice della privacy, che ha mantenuto l'esistenza del Garante della Privacy

Compiti del Garante della Privacy

Al Garante della Privacy sono assegnati specifici compiti, fra i quali, i più importanti, sono:
  • controllo del trattamento dei dati a norma di legge;
  • ricezione e verifica di reclami e/o segnalazioni per violazioni e rispondere ai ricorsi degli interessati
  • intervenire, anche d’uffcio, per porre fine a trattamenti illeciti o non corretti di dati sensibili;
  • segnalare e proporre a Governo e a Parlamento interventi normativi atti ad adeguare il codice all’evoluzione del settore, soprattutto in riferimento all’uso e allo sviluppo dei nuovi media;
  • tenere un registro dei trattamenti stabiliti.
Queste, come detto, sono solo alcune delle funzioni in carico al Garante della Privacy che ha, inoltre, facoltà di decidere su eventuali sanzioni amministrative e penali.

Garante della Privacy: come è costituito

Il Garante della Privacy è in realtà un organo costituito da quattro membri eletti a due a due dai rami del Parlamento. Le quattro persone così elette, a loro volta, votano fra di loro un presidente.

Dal 2012 il presidente è Antonello Soro, supportato nel suo lavoro da Augusta Iannini, come Vice Presidente, Giovanna Bianchi Clerici e Licia Califano.

Novità e aggiornamenti in fatto di privacy direttamente dalle stanze del Garante: le decisioni prese in materia di tutela dei dati personali, come adeguarsi e quali le sanzioni previste in caso di inadempienza.

Web e Telemarketing, niente contatti da Internet

Telemarketing E' vietato utilizzare contatti e numeri telefonici trovati online per fini di Marketing e Telemarketing: lo ribadisce il Garante  Privacy con una pronuncia che, diciamolo, al momento sembra largamente disattesa. Il caso esaminato dall'Authority ha riguardato una società attiva nei servizi Internet che contattava possibili clienti utilizzando i numeri di telefono che trovava su Internet (spesso, nell'area contatti di imprese e professionisti). => Al bando gli elenchi telefonici dal Web Si tratta di una violazione delle normative sulla protezione dei dati personali, che richiedono...

Vietati controlli su email e smartphone aziendali

regolamento privacy Il datore di lavoro non può accedere indiscriminatamente alle email dei dipendenti, ai dati personali contenuti nello smartphone o nel tablet, né tantomeno intervenire da remoto sui contenuti del device in dotazione al lavoratore: lo ribadisce il Garante della Privacy vietando l'utilizzo di dati trattati in violazione alle norme di legge. In primo luogo, la policy sul trattamento dei dati va comunicata al dipendente con specifica informativa, dettagliando modalità e finalità dell'attività di raccolta e conservazione dei dati. Ci sono poi regole precise da seguire nel...

Data Protecion Officer, linee guida e FAQ

Privacy Il 22 novembre 2016 il Gruppo Articolo 29 (cioè i Garanti europei per la privacy riuniti in un unico organismo) ha pubblicato, come step iniziale di un programma di più ampio respiro, le prime linee guida interpretative in merito al nuovo regolamento europeo in materia di dati personali (Reg. 679/16). In particolare sono state dettate tre linee guida (accompagnate da delle FAQ) in materia di Data Protecion Officer, Portabilità e Criteri per la individuazione della "Autorità capofila". Le Linee Guide sul Data Protection Officer (suddivise in tre sezioni: designazione, posizione...

Privacy: obbligo DPO in azienda

Privacy Con il nuovo regolamento UE n. 2016/679 sulla protezione dei dati nell’Unione Europea, che dal 25 maggio 2018 potrà essere applicabile in tutti gli Stati Membri, è stato introdotta la figura del responsabile per la protezione dei dati, o Data Protection Officer (DPO). Il gruppo di lavoro europeo dei Garanti Privacy ha approvato le linee guida del regolamento e la disciplina applicabile al DPO, chiarendone obblighi di nomina, caratteristiche, requisiti, ruolo e responsabilità. => Nuove regole Privacy: suggerimenti per aziende La figura del DPO Il suo scopo è osservare,...

Biometria per la busta paga online

Biometria Arriva dal Garante per la Privacy il benestare alla sperimentazione, per un certo periodo di tempo, di un progetto pilota di autenticazione basato sul riconoscimento biometrico (vocale e facciale) per la consegna della busta paga online da parte del Consorzio per il Sistema Informativo (Csi) Piemonte. => Biometria vocale: alternativa a PIN e password La sperimentazione prevede l'utilizzo di una App per smartphone, installata sui dispositivi dei dipendenti che accetteranno di far parte del progetto, con la possibilità di modificare tale scelta in qualsiasi momento, e potranno...

Privacy su dati commerciali: Codice e diritto oblio

Privacy Con il “Codice di deontologia e di buona condotta per il trattamento dei dati personali effettuato a fini di informazione commerciale” promosso dal Garante Privacy viene ripristinato il diritto all'oblio sulle informazioni commerciali negative memorizzate nei database dalle società di due intelligence. Il Codice deontologico redatto insieme a varie associazioni di categoria, imprenditoriali e dei consumatori interessate al settore, è disponibile online (pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 238/2015). => Guida alla privacy in azienda Cancellazione dopo 10 anni Tra le linee...

Oblio su Internet: come fare ricorso

Privacy Se un utente chiede ad motore web come Google di essere rimosso dalle pagine che appaiono fra i risultati di ricerca, la norma sul diritto all'oblio Internet impone alla web company di sopprimere il link: diversamente, ci si può rivolgere al Garante Privacy oppure all'autorità giudiziaria. Vediamo cosa prevede la legge, anche alla luce della sentenza della Corte di Giustizia UE (il caso "Google Spain") e cosa fare per applicarla. => UE sancisce diritto all'oblio su Internet La sentenza n.131/12 concede la rimozione dei riferimenti personali di un privato cittadino, su sua...

Email ex-dipendente: chiusura e notifica

Privacy In caso di licenziamento o dimissioni del dipendente l'email aziendale va chiusa e il datore di lavoro deve comunicare ad eventuali terzi la dismissione dell'indirizzo di posta elettronica del lavoratore in questione, segnalando un account aziendale alternativo al contatto utilizzato fino a quel momento. Diversamente, ovvero qualora il datore di lavoro mantenga in essere le email di lavoratori non più alle proprie dipendenze, ad essere violato è il Codice della Privacy. => Email aziendali: i poteri di controllo del datore di lavoro Il Codice privacy vieta altresì il mantenimento...

Privacy, ispezioni a CAF e Call-Center

Controlli privacy Nella propria newsletter n. 419/2016 il Garante per la Privacy rende noto il focus dell'attività ispettiva sui settori di telemarketing, patronati, giochi online: nel primo semestre 2016 si è registrato un significativo incremento dell'attività sanzionatoria, con quasi due milioni di euro (1.900.000 pari al +5% sul primo semestre 2015) di sanzioni riscosse e oltre 2.000 sanzioni contestate (+44%). => Controllo dipendenti in pillole Da segnalare come principale criticità nel settore pubblico, che dovrebbe invece dare il “buon esempio”, la diffusione illecita di dati,...

WhatsApp Facebook, dati a rischio privacy

whatsapp facebook Privacy a rischio su WhatsApp da quanto la nuova policy consente di condividere i dati degli utenti con Facebook per finalità di marketing: il Garante ha aperto un'istruttoria per chiarire la tipologia di dati messi a disposizione, le modalità di acquisizione del consenso degli utenti e la conformità alla normativa italiana in materia, considerato che revoca del consenso e diritto di opposizione sembrano limitati nel tempo. => Privacy, poche aziende in regola WhatsApp (acquisita da Facebook nel 2014) deve anche chiarire se i dati dei suoi utenti non registrati al...

X
Se vuoi aggiornamenti su Garante Privacy

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy