Fisco E Imprese

Condono fiscale, in arrivo rottamazione liti

Fisco Potrebbe arrivare presto un nuovo condono fiscale volto a ridurre le quasi 470mila liti con il Fisco ancora pendenti tra CTP e CTR a fine 2016: una sorta di rottamazione delle liti fiscali analoga alla rottamazione delle cartelle delle somme a ruolo. In realtà, quindi, più che di un condono si tratterebbe dunque di una definizione agevolata dei contenziosi, che a quanto pare sarebbe attualmente allo studio del Governo. Un intervento di questo tipo era già atteso nella delega fiscale, poi però non vi aveva trovato posto. Un semi-condono fiscale, perciò, sulla falsa riga di...

Adempimento collaborativo, le FAQ del Fisco

Compliance2 Requisiti, istanza, semplificazioni, sanzioni: tutte le soluzioni interpretative dell'Agenzia delle Entrate sul nuovo regime di adempimento collaborativo previsto dalla Riforma Fiscale (Dlgsl 128/2015) sono contenute nella Circolare 38/E. Il Fisco, con questo documento di prassi, risponde a dubbi e questioni sollevate nel corso del convegno "Adempimento collaborativo: nuova frontiera della compliance", del 16 e 17 giugno scorso a Roma. => Evasione fiscale: il Fisco punta sulla compliance Il nuovo regime permette alle aziende di consultare l'Agenzia delle Entrate su questioni che...

Fisco-imprese, ecco l’interpello abbreviato

fisco Operative le norme sull'interpello abbreviato, il nuovo istituto al quale possono ricorrere le imprese per formulare quesiti sull'applicazione di norme fiscali a casi concreti su cui ritengono ci siano rischi fiscali: il decreto ministeriale dell'Economia attuativo è pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 27 giugno 2016. Il nuovo strumento di compliance fisco imprese è previsto dal decreto attuativo della Riforma Fiscale sulla certezza del diritto, e riguarda in particolare i contribuenti che aderiscono all'adempimento collaborativo, previsto dall'articolo 6, comma 2, del Dlgs...

Piccole imprese, accertamenti solo per il 2%

Agenzia delle Entrate Un grande contribuente rischia mediamente un controllo fiscale ogni due anni e mezzo, una piccola impresa o un lavoratore autonomo invece viene sottoposto ad accertamenti una volta ogni 55 anni: il dato emerge dall'analisi dei risultati 2015 diffusi lo scorso primo marzo dall'Agenzia delle Entrate. Nel corso dell'anno, il Fisco ha effettuato controlli su circa 110mila piccole imprese o lavoratori autonomi, su una platea di oltre 6 milioni di contribuenti. Significa l'1,8%. => Gli accertamenti per movimenti sul conto personale Si tratta di una copertura inferiore a quella programmata...

Pressione fiscale PMI: i dati per Regione

Pressione fiscale PMI Le imposte locali gravano soprattutto sulle piccole imprese, spesso in difficoltà e penalizzate dagli importi dovuti al Fisco: secondo Confartigianato, nel 2014 i piccoli imprenditori hanno sborsato una media di 10.248 euro per IMU, TASI, IRAP, addizionali regionale e comunale IRPEF. => Tasse PMI: Italia sul podio Differenze regionali Analizzando le cifre relative alle Regioni, in Campania le imprese hanno pagato una media di 12.547 euro ciascuna nel 2014, in Calabria 12.466, in Lazio 12.305 euro e in Molise 12.100 euro. A livello provinciale è Aosta a vantare invece il peso...

Riforma fiscale, i cinque nuovi decreti approvati

delega fiscale ultimi decreti Ampliate le possibilità di rateazione, introdotto il lieve adempimento in caso di ritardo nei versamenti delle rate, controlli fiscali meno invasivi per le imprese, riforma delle sanzioni, monitoraggio evasione fiscale, potenziato l'interpello: sono alcune delle misure contenute nei cinque decreti attuativi della Delega di Riforma Fiscale approvati venerdì 26 giugno dal Consiglio dei Ministri. Si tratta del completamento dell'attuazione Riforma Fiscale (legge 23/2014): come ampiamente annunciato, manca la Riforma del Catasto, che doveva essere una parte importante della riforma fiscale...

IRES imprese: sanzioni ridotte su irregolarità

Agenzia delle Entrate L'Agenzia delle Entrate mette in pratica nuove forme di collaborazione fiscale con le imprese mettendo loro a disposizione informazioni riguardanti possibili anomalie IRES presenti in dichiarazione dei redditi relative alla rateizzazione di plusvalenze o sopravvenienze attive. In questo modo il contribuente può valutare la correttezza dei dati in possesso del fisco e fornire gli elementi utili a spiegare la presunta anomalia, piuttosto che provvedere alla regolarizzazione avvalendosi del ravvedimento operoso. La decisione è contenuta nel Provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle...

Fisco imprese: il credito d’imposta sui redditi all’estero

Internazionalizzazione I redditi di impresa sono da considerare come "prodotti all'estero" se derivano da attività esercitate oltre frontiera attraverso una stabile organizzazione: è uno dei tanti chiarimenti contenuti nella circolare 9/E 2015 dell'Agenzia delle Entrate relativa alla corretta tassazione dei redditi all'estero, in base all'articolo 165 del TUIR, il testo unico delle imposte sui redditi. Vediamone i tratti principali con particolare riferimento alle imprese. La norma prevede che sui redditi all'estero si applichi il credito d'imposta. => Approfonidisci anche l'IVIE, tassa sugli immobili...

Fisco: niente equa riparazione sui ritardi

Sentenza Cassazione L'equa riparazione per i ritardi dei processi e le lungaggini della giustizia non scatta nel caso in cui la materia sia tributaria e riguardi il Fisco, ovvero la potestà impositiva dello Stato: sulla base di questa considerazione la Corte di Cassazione ha respinto la domanda di indennizzo di un cittadino per l'eccessiva durata di un processo relativo al rimborso di ritenute fiscali versate sull'indennità di buonuscita. La Suprema Corte ha confermato il giudizio di appello, emesso a Perugia, che non concedeva l'equo indennizzo al contribuente, e anzi lo condannava a pagare mille euro per...

Contribuenti e Fisco: mappa italiana delle classi di rischio

Fisco mappa italiana Un tax gap di 90 miliardi per il mancato gettito fra Irpef, Ires, Irap e Iva: sono i dati dell'Agenzia delle Entrate sul rapporto fra contribuenti e Fisco illustrati dal direttore Attilio Befera in commissione Finanze alla Camera il 2 aprile. In dieci anni le attività da controllo sono divenute sempre più mirate, producendo circa 13 mld di euro nell’ultimo esercizio, ed oggi si avvalgono di un nuovo strumento, il DbGeo (Data base Geomarket) che suddivide la popolazione in tipi omogenei e classi di rischio. => Confronta con il Risk Core in ambito IVA Mappa in 8 gruppi Befera ha...

X
Se vuoi aggiornamenti su Fisco e Imprese

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy