Fallimento Azienda

Tutte le utili notizie per coloro che hanno da affrontare il fallimento di un'azienda, siano essi gli imprenditori o i dipendenti. Cosa prevede la legge rispetto l'iter burocratico e quali le tutele nei confronti di debitori e creditori. Cosa devono fare i dipendenti rispetto il TFR e le ferie non godute, questo e molto altro ancora in questa sezione del sito.

Da fallimento a liquidazione giudiziale

Fallimento Il disegno di legge di aggiornamento della disciplina delle procedure ex fallimentari per adeguarla alla normativa europea, la disciplina delle procedure ex fallimentari, è stato approvato ieri dalla Camera con 276 voti a favore, 125 astenuti e un voto contrario. Ad essere stata approvata è stata più in particolare la Delega al Governo per la riforma delle discipline della crisi di impresa e dell'insolvenza. Ora il provvedimento dovrà passare all'esame del Senato. => Fallimento: l'imprenditore può chiedere i danni Tra le novità di maggiore rilievo l'abolizione della procedura...

Imprese: meno fallimenti, più chiusure

Chiusura partita IVA Il 2016 ha visto diminuire il numero di fallimenti imprese, ma rispetto al periodo pre-crisi il livello resta doppio, mentre sono aumentate le aziende che chiudono i battenti volontariamente. Sono i dati Cerved relativi al terzo trimestre dell'anno, che misurano una diminuzione di fallimenti e procedure concorsuali (5,9% in termini congiunturali e 13,8% tendenziale) ma un incremento di procedure di liquidazione volontaria: 5,9% rispetto al trimestre precedente, 17,2% rispetto all'analogo periodo del 2015. In numeri assoluti, il periodo luglio-settembre ha visto circa 14mila chiusure...

Mancata CU per fallimento azienda

A fine gennaio l'azienda in cui lavoravo è stata dichiarata fallita (già in concordato dall'aprile 2015). I commissari mi hanno inviato lettera di licenziamento datata 9 febbraio 2016 e da lì ho fatto richiesta di NASpI. sono iscritta alla Naspi. Tuttavia, non ho potuto presentare il 730 in mancanza di Certificazione Unica. Nè posso presentare UNICO benché abbia le buste paga 2015. Pare che serva il modello 770 dell'azienda per verificare. Come fare?  

Fallimento: l’imprenditore può chiedere i danni

Fallimenti In caso di fallimento il superamento di una durata ragionevole rappresenta la premessa per la possibilità, da parte dell'imprenditore fallito, di chiedere il risarcimento dei danni patrimoniali e non. Secondo la Suprema Corte di Cassazione, però, non è possibile predeterminare in astratto la ragionevole durata di un fallimento. D'altra parte, alle procedure fallimentari si applicano le norme sul diritto del cittadino alla ragionevole durata del processo, regolate dalla Legge Pinto (Legge n. 89 del 2001, modificata dal D.L. 22 giugno 2012, n. 83). => Leggi norme e aggiornamenti...

Nota di credito IVA, nuove regole

Credito IVA In caso di procedure concorsuali, la Legge di Stabilità 2017 cancella le modiche introdotte dalla Legge di Bilancio 2016 (L. 208/2015) all’art. 26 del Decreto IVA, ripristinando la normativa ante 2016 sulla emissione delle note di credito IVA.  Questo significa che, per effetto dell'art. 71 della nuova Legge di Bilancio: in caso di fallimento, per emettere le note di credito IVA si dovrà attendere l’esito del piano di ripartizione finale del fallimento, laddove sussistente; in caso di concordato preventivo, si dovrà attendere il decreto di omologazione e il rispetto a...

Fallimento impresa: tutele e rimborsi

Fallimento impresa La Riforma del processo fallimentare (legge n. 132/2015) ha revisionato le procedure legate ai fallimenti delle imprese e gli elementi legati al concordato preventivo, andando a modificare in più punti il DL n. 83/2015 recante “Misure urgenti in materia fallimentare, civile e processuale civile e di organizzazione e funzionamento dell'amministrazione giudiziaria". => Fallimento d'impresa: la riforma Tutele La riforma ha voluto prevedere maggiori tutele per i creditori: la proposta di concordato preventivo (esclusi i casi di continuità aziendale) deve soddisfare almeno il...

DURC come allerta fallimenti

Fallimento aziendale È del Consiglio nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili (CNDCEC) la proposta di utilizzare il Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) nelle procedure di allerta previste dalla legge delega di riforma del diritto fallimentare, per prevenire il più possibile i fallimenti delle imprese e le crisi aziendali. => Fallimento impresa: più tutele e rimborsi Si tratterebbe in sostanza di un meccanismo automatico di segnalazione da parte dell’INPS agli organi di controllo delle società (Organismi di composizione della crisi - Occ) di irregolarità,...

Permessi non goduti

L'azienda per cui lavoro da 15 anni con contratto a tempo indeterminato è sull'orlo della chiusura, i datori di lavoro non ci hanno comunicato molto ma, allo stato attuale, non so se riapriranno con altro nome a Settembre. Il mio problema è che, con la fiducia data ai datori di lavoro, in questi anni ho accumulato 900 ore tra permessi/rol ed ex festività. Volevo capire, in caso di fallimento, queste ore saranno pagate in qualche modo, magari diventando crediti come gli eventuali ultimi stipendi non retribuiti od andranno perse? Come mi dovrei comportare?

Debiti previdenziali e fallimento impresa

Debiti Con sentenza n. 4844 dell’11 marzo 2016, la Cassazione ha chiarito come trattare i debiti previdenziali in caso di fallimento dell’impresa. Il caso in oggetto riguardava la presunta inesigibilità nei confronti di un imprenditore, già dichiarato fallito, dei debiti concorsuali non soddisfatti integralmente, ritenendo sussistenti le condizioni per l'applicazione dell'esdebitazione. => INPS: controversie tra contributi e previdenza Secondo la Corte, l'esdebitazione si applica anche ai debiti previdenziali strettamente collegati all'esercizio dell'impresa...

Fallimento e stipendi arretrati

In merito alle funzioni del curatore fallimentare vi chiedo cosa effettivamente il lavoratore deve fare per non perdere le mensilità ancora bloccate considerando che, nonostante ci fosse stato preannunciato dal datore di lavoro, non si è presentato in azienda alcun curatore fallimentare. Nell'ipotesi che si presentasse, cosa presentare per non perdere ciò che fino ad oggi si è maturato?

X
Se vuoi aggiornamenti su Fallimento azienda

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy