Eurobond

Il programma di QE della BCE

Mario Draghi BCE Due anni e mezzo dopo che Mario Draghi ha dichiarato che avrebbe fatto “tutto il necessario” per proteggere l’euro, la BCE ha finalmente agito. I mercati globali hanno speculato per mesi riguardo alla data, alla struttura ed alla dimensione dello schema di acquisto di bond da parte della BCE, e giovedì 22 gennaio, Draghi ha finalmente lanciato il suo “bazooka” di quantitative easing. => Riunione BCE: analisi e previsioni Come predetto, i tassi d’interesse sono stati lasciati invariati allo 0.05%. Quello che ha sorpreso anche gli addetti ai lavori è stato, tuttavia,...

Piano salva Euro al vertice di Parigi: Italia a rischio

Crisi dell'Euro: Summit tra i grandi d'Europa La posta in gioco è alta: al Consiglio UE di Bruxelles (28-29 giugno) si gioca la sopravvivenza dell'Euro e si cerca di scongiurare il rischio contagio per l'Italia come avverte l'OCSE, secondo cui il nostro Paese potrebbe essere il prossimo birillo a traballare. Anche le imprese italiane ne sono consapevoli, tanto da scrivere una lettera aperta ai vertici UE per chiedere unione bancaria, garanzie finanziarie e soprattutto un'Europa Federale. Il destino dell'Italia è dunque legato alle decisioni di politica economica e fiscale prese assieme agli altri grandi d'Europa (Germania,...

UE in crisi: Merkel rifuta Eurobond

Merkel Un “no” deciso agli Eurobond quello di Angela Merkel, la quale ritiene che l’emissione di titoli di debito congiunti da parte dell’Eurozona non debba essere oggetto di discussione durante il Consiglio Europeo del 28 e del 29 giugno. «Il discorso su Eurobond, Eurobill, garanzie di condivisione del debito e molto altro, oltre che non compatibile con la nostra costituzione, è sbagliato e controproducente dal punto di vista economico», ha dichiarato la cancelliera tedesca  in occasione della Conferenza del Consiglio dello Sviluppo sostenibile a Berlino. «Lo dico...

Crescita in Agenda UE: anche per Monti è priorità

Mario Monti La necessità di politiche di rigore del bilancio non si discute, ma ora l'imperativo è la crescita, e l'Italia si prende la soddisfazione di sottolineare di essere stata in pole positon in Europa nell'indicare questa necessità: lo dichiara il premier, Mario Monti, all'European Business Summit di Bruxelles. Questo, in un clima europeo che sta cambiando con le elezioni in Francia (dopo il primo turno il candidato socialista Francois Hollande è in testa davanti al presidente Nicolas Sarkozy) e con la Germania che cerca un asse proprio con l'Italia sulle politiche economiche che portino...

Crisi, ricette anti-Spread degli analisti

Crisi economica: allarme Ue e nuovo Def Una ricetta anti-Spread basata su dodici azioni, sei della quali di breve periodo, da realizzare quindi entro i prossimi 6-12 mesi, e altrettante di più lungo periodo, nei prossimi 2-5 anni: è questa la proposta degli analisti finanziari italiani contenuta in un position paper che l'Aiaf (l'associazione degli analisti finanziari) ha predisposto nelle scorse settimane e,  fra le altre cose, ha spedito al presidente del Consiglio Mario Monti. Il punto di partenza del ragionamento è che la crisi del debito europea, pur traendo origine dalla crisi dei mutui subprime...

Governo Monti promosso da Merkel e Sarkozy, ma niente Eurobond

Vertice Monti-Merkel-Sarkozy Mario Monti conquista Francia e Germania, o meglio Angela Merkel e Nicolas Sarkozy. Il nuovo Presidente del Consiglio italiano ha incontrato ieri la cancelliera tedesca ed il presidente francese a Strasburgo per un “mini-vertice” per discutere del futuro dell'euro tra le tre più grandi potenze economiche dell'eurozona. Già in questa definizione dell'incontro si legge un cambio di regime nell'opinione che hanno all'estero del presente Governo, guidato da Mario Monti, rispetto al precedente Governo Berlusconi. La stessa Merkel nelle settimane scorse aveva dichiarato ai...

Barroso: Eurobond e politiche comuni per salvare l’Europa

unione-europea Rilancio dell'Euro per sconfiggere la crisi finanziaria dei Paesi Ue, una potente iniezione di fiducia nell'Europa ed una ricetta: «completare l'unione monetaria con un'unione economica». Così il presidente della Commissione Europea Josè Manuel Barroso nel suo discorso davanti al parlamento di Strasburgo. Non solo «la Grecia è e resterà nell'Euro», ma verrà anche messo a punto un progetto per gli Eurobond. Il tutto, ricordando il potenziamento del Fondo salva Stati ed il ruolo centrale della BCE per la crescita. E non solo. Perchè, detto chiaro e tondo, la crisi è finanziaria,...

X
Se vuoi aggiornamenti su eurobond

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy