Energia Nucleare

Nucleare addio, focus sulle energie rinnovabili

Referendum sul Nucleare: quorum, l'Italia dice addio alle centrali atomiche. L'affluenza alle urne (57%) non ha disatteso le aspettative degli operatori green, che sperimentano ora la corsa ai titoli verdi. Ora l'impegno del Governo sarà concentrato al massimo sulle energie rinnovabili. Così Berlusconi: «dovremo dire addio al nucleare in seguito del voto popolare, e dovremo impegnarci sulle energie rinnovabili». La reazione della Borsa è stata immediata e ha fatto guadagnare a Enel Green Power il 3%, a Kr Energy il 12,01%, a Kerself il 12,19%, a Pramac il 11,54%, a Beghelli...

Nucleare addio, focus sul Fotovoltaico.. tranne l’Italia

Mentre il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano promulga il decreto Omnibus contenente l'abrogazione delle norme sulla costruzione delle centrali nucleari arrivano da più fronti notizie di abbandono delle strategie sull'atomo in favore delle fonti rinnovabili. Anche dal mondo delle imprese. Di diverso avviso il ministro dello Sviluppo Economico Paolo Romani: «continuiamo a essere convinti che la scelta nucleare sia la più corretta per un Paese industrializzato come il nostro». Romani pensa a una «nuova strategia energetica. Siamo partiti dal Fotovoltaico. Ora...

Nucleare: Berlusconi, gli investimenti continuano

A pochi giorni dallo stop al Nucleare e alla localizzazione delle centrali, ecco la contro-mossa del Governo: gli investimenti nel settore continueranno ad essere pianificati ed erogati. Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, in occasione della conferenza stampa congiunta con il presidente francese Nicolas Sarkozy a Villa Madama, ha dichiarato «con la Francia abbiamo stipulato molti contratti» rivelando l'intenzione di proseguire su questa strada: «non vengono abrogati e stiamo decidendo di mandare avanti tanti settori di questi contratti, per esempio quello della...

Nucleare: Romani dice sì, gli Italiani no

Ufficializzato lo stop in Italia alle centrali nucleari - con conseguenze dirette sul Referendum di giugno - il Ministro per lo sviluppo Economico, Paolo Romani, ha dichiarato che il Governo italiano sosterrà ora il "nuovo nucleare europeo". Secondo Romani, pur non possedendo centrali nucleari attive, l'Italia deve farsi trovare pronta dall'Europa per un eventuale concordato UE sul Nucleare. «Il nostro Paese vuole partecipare a pieno titolo alla stesura dei nuovi standard di sicurezza»: in pratica si investirà comunque sull'energia atomica. Eppure, l'emendamento approvato al...

Romani su Nucleare e IV Conto Energia, oggi in Conferenza Unificata

Oggi è il giorno delle Rinnovabili: si riunirà infatti la Conferenza Stato Regioni per esaminare lo schema del decreto per il Quarto Conto Energia, che stabilisce i nuovi incentivi in vigore dal 1° giugno 2011 e validi fino al 31 dicembre 2016 (e di cui ieri è stata diffusa la bozza finale). Il testo del nuovo Conto Energia, dopo oltre un mese di confronti e mediazioni, «rappresenta una buona mediazione, condivisibile da tutti. Rendiamo sostenibile la produzione solare adeguando gli incentivi ai livelli garantiti dagli altri Paesi europei, con un decalage progressivo da qui a...

Stop al Nucleare: il Governo molla, basta centrali

Insomma, alla fine il Governo lo ha capito: l'Italia non vuole ritornare al Nucleare e proporre un Piano impopolare sarebbe stato solo un autogol politico. Palazzo Chigi è dunque deciso per l'estensione "definitiva" della moratoria sul Nucleare, sancendone pertanto lo stop definitivo. Il Governo ha inserito nella moratoria prevista decreto legge omnibus all'esame in Senato l'abrogazione di tutte le norme previste per la realizzazione di impianti nucleari nel Paese. Dinanzi alla Commissione Affari Costituzionali del Parlamento Europeo, Tremonti si è dichiarato a favore dei...

Nucleare: la moratoria è ufficiale: stop per “buonsenso”

Moratoria sul Nucleare confermata dal Governo: si è conclusa infatti la seduta del CdM che sancisce lo stop a qualunque decisione sulla mappa dei siti italiani su cui costruire le centrali e stoccare le scorie radioattive. Una pausa di un anno se non addirittura 24 mesi. Insomma, quanto basta al Governo per lasciare sedimentare rabbia e paura degli Italiani dopo i tragici eventi in Giappone? Sta di fatto che le polemiche su tutti fronti, inasprite dall'allarme radiazioni per l'incidente alla centrale di Fukushima, hanno costretto il Governo a fare marcia indietro: stamattina il Consiglio...

Moratoria Nucleare: gli Italiani preferiscono le Rinnovabili

Il Governo ha annunciato una moratoria sul Nucleare: rinviata di un anno la scelta dei potenziali siti per centrali e stoccaggio scorie perchè, ormai è chiaro, su Referendum e centrali nucleari gli Italiani hanno idee precise. Lo conferma anche un sondaggio: quasi il 90% preferisce le Rinnovabili. Il Nucleare piace sempre meno: il 17% di chi era favorevole ha cambiato idea dopo il terremoto in Giappone, l'esposione degli impianti a Fukushima e il pericolo radiazioni. Il 68% è contrario al ritorno del Nucleare in Italia, il 32% è favorevole, il 66% è convinto che l'Italia possa...

Nucleare: Governo contro tutti, fa marcia indietro?

Stop al Nucleare in Italia? Il Governo temporeggia e propone una pausa di riflessione dopo essersi reso conto di avere tutti contro: Ue, Regioni, Pmi delle Rinnovabili, opposizione, associazioni di consumatori e ambientaliste, cittadini italiani. La situazione era già tesa ma ora, dopo il terremoto in Giappone e la fuga di radiazioni dai reattori nucleari della centrale di Fukushima (che sta generando una gravissima minaccia radioattiva), Berlusconi comincia a barcollare. Il ministro Prestigiacomo da un lato invita a disertare il referendum (invece che farsi prendere dalla "emotività",...

Nucleare: Marcegaglia a favore, la petizione contraria di Legambiente

Ritorno del Nucleare in Italia: Emma Marcegaglia si dichiara favorevole, si schiera col Governo e taccia di "emotività" chi, dopo il terremoto in Giappone, non desidera sottoporsi a rischi inutili. La presidente degli industriali ha dichiarato piuttosto di voler aspettare le indicazioni UE in merito: non si può «agire in modo emotivo». La leader di Confindustria ha risposto così a margine dell'assemblea di Unindustria, alle domande sui programmi energetici in Italia dopo le esplosioni nei reattori giapponesi con dispersione di radiazioni nucleari. Non pensa ai pericoli ma al...

X
Se vuoi aggiornamenti su energia nucleare

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy