Decreto Salva-italia

TFR e una tantum: la nuova tassazione

Acconti fiscali, verso il rinvio al 10 dicembre Fisco più severo, anzi più caro, per le liquidazioni molto ricche a fine lavoro, assoggettate da quest'anno a tassazione ordinaria oltre un certo tetto, dopo il quale si perde il diritto alla tassazione agevolata del TFR. Lo stabilisce la manovra finanziaria di fine 2011 - il Salva Italia di Monti (Dl 201/2011, convertito con la legge 214 del 22 dicembre 2011 - con la norma su compensi e indennità percepiti da amministratori di società di capitali (in denaro o stock option) maturate dopo l'1 gennaio 2011. Voci di reddito e nuova tassazione La norma si applica alla quota eccedente...

Pensione esodati: spiraglio per i lavoratori in mobilità

Spiraglio in vista per gli esodati penalizzati dalla Riforma delle pensioni, anche se il condizionale è d'obbligo finché non sarà concluso il lavoro del tavolo tecnico del Ministero:  la novità riguarda i lavoratori in mobilità, per i quali sarebbe possibile andare in pensione con le vecchie regole, a prescindere dal fatto che gli accordi siano o meno stati firmati prima del 4 dicembre. Lo ha fatto intendere il ministro del Lavoro, Elsa Fornero, riferendosi alla questione dei lavoratori esodati, a margine di un evento alla Federazione Nazionale della Stampa: «per chi ha...

Deduzione IRAP, come funzionano le novità del Salva Italia

IRAP 2012 Tra le novità per le imprese introdotte dal decreto Salva Italia, occupa una posizione di rilievo la nuova disciplina che regola deducibilità e deduzioni: obiettivo, rendere deducibile l'IRAP sul costo del lavoro e ridurre il cuneo fiscale, ovvero la differenza tra quanto pagato dall'azienda e quanto percepito dai lavoratori (tutto ciò non tocca la deduzione IRAP forfettaria al 10%, che rimane valida). Le deduzioni sul costo del lavoro introdotte dalla Manovra Finanziaria Monti riguardano anche le assunzioni agevolate di donne e giovani e in aree svantaggiate. Vediamo, caso per...

Equitalia più facile con il Decreto Salva Italia

Equitalia, verso l’annullamento delle "cartelle pazze" Secondo le direttive varate con il decreto Salva Italia, il decreto sulla semplificazione fiscale e la direttiva 7/2012 di Equitalia, il rapporto con la società di riscossione e quindi con il Fisco sarà più semplice per i contribuenti. In particolare, essi avranno più tempo per mettersi in regola con le cartelle esattoriali e potranno concordare un importo variabile a seconda delle necessità. Questo per le cartelle con un valore complessivo inferiore a 20mila euro, che beneficeranno anche di una semplificazione in termini di documentazione da presentare allo sportello. Di...

Riforma delle professioni: tutte le misure allo studio

Professioni, cosa prevede la riforma Riforma delle professioni: la scadenza è fissata, ed è il 13 agosto 2012. Entro questa data, governo e parlamento dovranno ultimare il provvedimento. Lo stabilisce il "Decreto Salva Italia", ovvero l'ultima manovra finanziaria del 2011, quella del Governo Monti, che all'articolo 33 prevede che entro il 13 agosto 2012 debbano essere eliminate tutte le norme sugli ordinamenti professionali in contrasto con la concorrenza. Il cammino della  riforma delle professioni  in realtà è iniziato da tempo e nel corso del 2011 si sono succeduti una serie di provvedimenti che, di fatto,...

X
Se vuoi aggiornamenti su decreto salva-italia

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy