CGIA Mestre

Assenze per malattia: differenze pubblico e privato

Malattia Ancora una volta l'analisi dei dati dell’INPS confermano l'esistenza di differenze nel settore pubblico e privato dal punto di vista delle assenze per motivi di salute, un gap che è stato recentemente riportato sotto i riflettori con la proposta del presidente INPS, Tito Boeri, di modificare la reperibilità in caso di malattia, ovvero le fasce orarie per le visite fiscali, rendendo tutti i lavoratori pubblici e privati reperibili per almeno 7 ore al giorno (oggi 4 ore per i privati e 7 per i pubblici). => Confronta con i  precedenti dati sulle assenze per malattia I numeri,...

Accesso al credito ostacolato dai grandi debitori

Accesso al credito Secondo un'analisi effettuata dalla CGIA Mestre sulla base dei dati Banca d’Italia la gran parte delle sofferenze bancarie in Italia (81%), che al 30 settembre 2016 ammontavano a 186,7 miliardi di euro lordi, è imputabile alle grandi imprese. In Italia si registra inoltre la dimensione complessiva dei crediti deteriorati più alta d'Europa, nonostante il tasso di copertura continui ad essere superiore alla media europea. => Finanziamenti PMI: i canali di accesso al credito Sempre al 30 settembre scorso l’80% circa dei finanziamenti per cassa era stato erogato dalle banche...

Nel 2017 meno tasse e più lavoro

Lavoro Quello appena iniziato si preanuncia un anno caratterizzato da una riduzione delle tasse, soprattutto grazie alla riduzione dell'IRES, e da un aumento dei posti di lavoro, anche se difficilmente si arriverà ai livelli pre-crisi (2007) prima del 2024. Sono le stime elaborate dall’Ufficio studi della CGIA Mestre che prevede in particolare una pressione fiscale destinata a scendere al 42,3% (-0,3%), un aumento del PIL di un punto percentuale e del numero di occupati di 112.000 (i disoccupati dovrebbero scendere di conseguenza a 84.000 persone). => Annunci di Lavoro: tutte le...

CGIA: Italia in deflazione

Deflazione Italia Altro che ripresa economica, secondo le ultime analisi dell’Ufficio Studi della CGIA Mestre l'Italia è in deflazione come nel 1959: nel 2016 i prezzi al consumo per i cittadini italiani sono mediamente diminuiti dello 0,1%, come non avveniva da ben 57 anni. L'analisi della CGIA ha monitorato la variazione media dei prezzi di 200 voci di prodotto nei primi 11 mesi del 2016 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Prodotti in deflazione A diminuire sono stati soprattutto i prezzi legati ai prodotti soppiantati da altri con tecnologie più evolute: computer fissi (-11,5%),...

IMU-TASI, stangata per imprese e Partite IVA

IMU Scadenza il 16 dicembre per il versamento del saldo IMU-TASI, seconda rata 2016 che vede coinvolti anche gli imprenditori che pagano le imposte sugli immobili strumentali: una stangata, secondo le stime della CGIA Mestre, da quasi 5 miliardi di euro. => Saldo IMU-TASI 2016: aliquote e scadenze Considerando le aliquote medie risultanti dall’analisi delle delibere dei Comuni capoluogo di provincia pubblicate sul sito del Dipartimento delle Finanze e le rendite catastali medie ricavate dalla banca dati dell’Agenzia delle Entrate, il peso fiscale maggiore grava sugli albergatori che...

Bolletta elettrica, PMI penalizzate

Elettricità Le PMI italiane sono quelle che pagano il costo più alto per l'energia elettrica nell'Eurozona. Ad analizzare i dati relativi al I semestre 2016 è stato l’Ufficio Studi della CGIA Mestre: per l’Italia il costo dell'energia elettrica è di 152,6 euro ogni mille KWh, che corrisponde al 22,8% in più rispetto alla media dei Paesi Euro (124,3 euro ogni mille Kwh). Con riferimento alle piccole e medie imprese (consumi elettrici compresi tra i 500 MWh e i 2.000 MWh annui), quelle italiane pagano l’elettricità il 36,9% in più rispetto al Belgio, il 38,1% in più della Spagna, il...

Taglio IRES: i conti sui risparmi

Tasse Tra gli ultimi annunci del premier Matteo Renzi ci sono quelli in tema di strategie su tasse e lavoro, con la promessa che nel 2017 per le imprese verranno ridotte l'IRES e l'IRI. Taglio IRES Un taglio, quello dell'IRES al 24% rispetto all'attuale 27,5% con il quale sono tassati gli utili delle società di capitali e i gruppi di società, che secondo uno uno studio della CGIA Mestre che porterà alle imprese, soprattutto quelle di grandi dimensioni, un risparmio pari a circa 4,1 miliardi di euro di tasse. => Tasse imprese, Renzi: taglio IRES e IRI Nel complesso si stima che le...

Autonomi evasori IRPEF o luogo comune?

Evasione fiscale Gli ultimi dati sulle dichiarazioni dei redditi non sono molto rassicuranti circa la sostenibilità della spesa pubblica e del welfare italiani. Recentemente un'analisi effettuata dalla Corte dei Conti ha rivelato una flessione dei controlli fiscali effettuati nel corso del 2015, evidenziando gli scarsi risultati della condotta dall’Agenzia delle Entrate lo scorso anno (poco più di 621mila con un calo del -4% sul 2014 e del -16% sul 2012). Nel 2015 le dichiarazioni dei redditi presentate sono state 40,7 milioni, su 60,79 milioni di abitanti, con solo 30,72 milioni di contribuenti...

Il carico fiscale su auto o moto per privati e imprese

Automotive Il settore dell'automotive italiano (auto, motoveicoli e professional) è aggravato da una pressione fiscale di ben 71,6 miliardi di euro. A tirare le somme sul carico fiscale che grava su oltre 37 milioni di autovetture e 6,8 milioni di motoveicoli circolanti in Italia è l’Ufficio studi della CGIA Mestre sulla base dei dati Anfia (Associazione nazionale filiera industria automobilistica). L'aspetto peggiore della situazione evidenziata dalla CGIA è che negli ultimi anni il peso fiscale sul settore automotive è andato aumentando: +8%, pari a +5,3 miliardi di euro dal 2009 ad oggi,...

Evasione: gli strumenti del Fisco per combatterla

Evasione fiscale A partire dal mese di aprile banche ed intermediari finanziari dovranno comunicare all'Anagrafe fiscale i dati relativi a tutti i rapporti finanziari dei proprio clienti, compresi quelli relativi al saldo annuale di conti correnti e conti deposito, come disposto dal decreto Salva Italia (decreto legge 201/2011). La comunicazione dovrà essere inviata all'Agenzia delle Entrate, entro il 30 aprile. => Conti correnti e Anagrafe tributaria: le regole ordinarie di invio Si tratta di un ulteriore strumento nelle mani del Fisco volto a contrastare l'evasione fiscale tra i quali...

X
Se vuoi aggiornamenti su CGIA Mestre

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy