Busta paga: guida alla lettura e novità - PMI.it

Busta Paga

La busta paga è il documento che certifica i compensi del lavoratore, consegnato obbligatoriamente dal obblighi del datore di lavoro nai suoi dipendenti, riportando in dettaglio le voci del salario spettante, le imposte versate e le trattenute effettuate.

In questa sezione del sito trovi tutte le utili informazioni su come leggere la busta paga e le novità a riguardo.

Trasformazione contratto e tutele crescenti

Sono stato assunto nel 2014 con contratto tempo determinato. Nel 2015, alla scadenza del contratto, la mia azienda lo ha trasformato a tempo indeterminato: sono sotto il Jobs Act a tutele crescenti o con le tutele previgenti? In busta paga è riportata la dicitura esente per l. 190/2014: cosa significa?

Busta paga pesante e canone RAI: niente esenzioni

Scadenze fiscali Il Decreto Terremoto approvato il 2 febbraio 2017 dal Consiglio dei Ministri recante “Nuovi interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici del 2016 e del 2017” e pubblicato in Gazzetta Ufficiale (GU Serie Generale n.33 del 9-2-2017) ha previsto la cosiddetta busta paga pesante per le popolazioni colpite dai terremoti del Centro Italia. Busta paga pesante Si tratta fondamentalmente di una sospensione – dunque non una esenzione - delle trattenute IRPEF, che non vengono versate al Fisco ma confluiscono direttamente al lavoratore, che di conseguenza avrà...

Busta paga, verso nuove regole

Busta paga In arrivo cambiamenti in tema di busta paga con il disegno di legge C1041 recante "Disposizioni in materia di modalità di pagamento delle retribuzioni ai lavoratori" che vede come prima firmataria la Titti Di Salvo (Dem) e relatrice Valentina Paris (Pd) ed è attualmente all'esame della Commissione Lavoro della Camera in sede referente. L'obiettivo principale del provvedimento è quello di evitare brogli sulle retribuzioni, andando a contrastare il fenomeno che affligge molti lavoratori ai quali i datori di lavoro corrispondono una retribuzione inferiore ai minimi fissati dalla...

Busta paga pesante: nuova esenzione IRPEF

gentiloni Il diritto alla busta paga pesante non deriva più dal domicilio dell'impresa, ma da quello del lavoratore che richiede l'esenzione fiscale: è la novità del Decreto Terremoto approvato il 2 febbraio 2017 dal Consiglio dei Ministri, in relazione alla possibilità (già prevista dal Decreto Sisma 189/2016) di fare domanda di sospensione delle ritenute IRPEF. così da rendere più sostanzioso lo stipendio netto in busta paga. => Decreto terremoto: niente tasse sulle imprese Beneficiari La cosiddetta busta paga pesante è riservata alle popolazioni colpite dai terremoti del Centro...

Stipendi non pagati: tutele e diritti dei lavoratori

Stipendio Stipendio non versato? Si può procedere con messa in mora, ispezione, ingiunzione, causa. Ricevere una busta paga senza irregolarità è infatti un diritto dei lavoratori: se i datori di lavoro non versano contestualmente lo stipendio (o lo fanno con troppo ritardo, in arretrato sistematico con il pagamento delle retribuzioni spettanti), i dipendenti possono appellarsi ad alcune forme di tutela, stabilite dalla legge per garantire il recupero dei crediti dovuti.  Il lavoratore (non dirigente) alle dipendenze di un datore di lavoro moroso può vantare il proprio credito fino a...

Conguaglio contributi lavoro

Fisco I datori di lavoro possono effettuare il conguaglio dei contributi previdenziali e assistenziali 2016 con le competenze di gennaio 2017, pagando entro la scadenza del 16 febbraio: lo specifica l'INPS nella circolare con tutte le indicazioni per le operazioni in questione. In pratica, le imprese che non hanno già effettuato il conguaglio in dicembre, potranno farlo in gennaio rispettando comunque i tempi di legge. Non solo: alcune tipologie di operazioni (TFR, misure compensative) possono essere inserite anche nella denuncia di febbraio 2017 (scadenza di pagamento 16 marzo), senza oneri...

Tredicesima 2016 in aumento: importi e spese

Spese istruzione Tempo di tredicesima 2016: secondo il calcoli di Adusbef e Federconsumatori, la mensilità aggiuntiva erogata a dicembre in busta paga sarà più congrua (+1,5%) rispetto a quella del 2015. Peccato che il grosso servirà a pagare tasse (a partire dal saldo IMU e TASI). Analizziamo dunque l'importo della tredicesima spettante alle diverse categorie di lavoratori e la stima di utilizzo delle somme incassate. Diciamo subito che a incassare di più rispetto al 2015 sono i dipendenti pubblici, con un incremento del 2,1% rispetto all'anno scorso. Seguono i dipendenti privati (+1,3%)...

Biometria per la busta paga online

Biometria Arriva dal Garante per la Privacy il benestare alla sperimentazione, per un certo periodo di tempo, di un progetto pilota di autenticazione basato sul riconoscimento biometrico (vocale e facciale) per la consegna della busta paga online da parte del Consorzio per il Sistema Informativo (Csi) Piemonte. => Biometria vocale: alternativa a PIN e password La sperimentazione prevede l'utilizzo di una App per smartphone, installata sui dispositivi dei dipendenti che accetteranno di far parte del progetto, con la possibilità di modificare tale scelta in qualsiasi momento, e potranno...

Assegno familiare: guida al calcolo in busta paga

Ammortizzatori sociali L’assegno per il nucleo familiare (ANF) è una prestazione economica erogata ai lavoratori dipendenti in base a composizione del nucleo familiare (composto da almeno due soggetti) e redditi dichiarati, che devono posizionarsi al di sotto dei limiti stabiliti dalla legge di anno in anno. Requisiti Il reddito di riferimento è costituito dalla somma dei redditi imponibili a fini fiscali percepiti da tutti i membri della famiglia nel periodo d’imposta precedente. Tale reddito deve provenire per almeno il 70% da lavoro dipendente o pensione. Assegno familiare: reddito e importi...

Ferie non godute tassate in busta paga

Io e miei colleghi abbiamo accumulato molti giorni di ferie, che ci siamo visti tassare in busta paga, con relativa decurtazione rispetto all'abituale netto. Non parliamo di imposizione fiscale su eventuale indennità sostitutiva per ferie non godute, ma di applicazione d'imposta sui giorni di ferie arretrate. Abbiamo inteso bene? E' comunque corretta questa procedura? Recupereremo quanto tassato una volta consumate tali ferie?

X
Se vuoi aggiornamenti su Busta paga

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy