Benefit Dipendenti

Buoni pasto negati se c’è la mensa aziendale

Buoni pasto_ Alla luce sulla nuova normativa dei servizi di welfare aziendale e dei premi di produttività convertibili in voucher, ricordiamo che il Tribunale di Milano, con sentenza n. 3202/ 2015 ha negato il diritto ai buoni pasto per i lavoratori che possono fruire di mensa aziendale o altri servizi sostitutivi. => Buoni pasto elettronici: le novità Nel caso in oggetto, un dipendente aveva percepito dall'assunzione tickets restaurant per ogni giornata di lavoro fino al trasferimento presso altra sede, con turni alternati 06:00 - 14:00 / 14:00 - 22:00 / 22:00 - 06:00 senza...

Deduzioni e detrazioni sul telefono aziendale

Telefonia I telefoni fissi e mobili, smartphone compresi, sono elementi essenziali per la modalità di lavoro odierna e per il loro acquisto e gestione sono previste delle agevolazioni fiscali che sono state modificate con la Legge Finanziaria 2008 (Legge 244/2007). In particolare è stata abrogata la lett. g) dell’art. 19-bis1 del DPR 633/72 che prevedeva una detrazione forfetaria dell’IVA al 50% ed è stata introdotta una detrazione IVA differenziata in base all’effettivo utilizzo del telefono nell’ambito dell’attività dell’impresa, applicando il principio di inerenza. => Leggi...

Busta paga, in Italia pochi benefit su misura

Benefit Nel mondo del mercato di oggi le imprese hanno sempre maggiore difficoltà a trattenere i talenti in azienda. Considerate le difficoltà economiche ancora evidenti per tutti, si fanno sempre più strada nuove strategie di retention non solo monetarie, volte ad intercettare i bisogni dei dipendenti e proporre soluzioni mirate, così da incrementare la fidelizzazione. Tra gli elementi fondamentali di questo processo c'è la comunicazione chiara e trasparente verso i dipendenti. => La gestione dei talenti nella Digital Strategy Secondo una recente ricerca di Top Employers Institute,...

Buoni pasto elettronici cumulabili anche per la spesa

Buoni pasto elettronici È entrata in vigore lo scorso 1° luglio 2015 la norma della Legge di Stabilità (commi 16 e 17, legge 190/2014) che ha innalzato a 7 euro la soglia di defiscalizzazione dei buoni pasto elettronici (lasciando inalterata a 5,29 euro la soglia di detassazione dei voucher cartacei) e che sembrava aveva eliminato la possibilità per i lavoratori di utilizzarli per fare la spesa al supermercato fuori dall’orario di lavoro invece che durante la pausa pranzo, così come avveniva precedentemente con i buoni pasto cartacei. => Buoni pasto: le novità 2015 A smentire tale limite è stato in...

Buoni pasto elettronici, addio spesa e cumulabilità

buoni pasto E' operativa dal primo luglio 2015 la norma della Legge di Stabilità (commi 16 e 17, legge 190/2014) che innalza a 7 euro la soglia di defiscalizzazione dei buoni pasto non cartacei, che di fatto disincentiva anche la cumulabilità: dal momento che i ticket restaurant elettronici sono tracciabili, il lavoratore non potrà utilizzarli per fare la spesa al supermercato fuori dall'orario di lavoro invece che durante la pausa pranzo. Per i buoni pasto cartacei - il cui utilizzo finora è sempre stato "ad ampio spettro" e anche al di fuori dei giorni lavorativi  - la...

Buoni pasto: nuove agevolazioni dal 1° luglio

Ticket restaurant - Buoni pasto Novità per i buoni pasto aziendali: dal 1° luglio scattano le agevolazioni specifiche per i ticket elettronici, per i quali è prevista una esenzione fiscale e contributiva maggiore di quella per i buoni cartacei (la cui soglia di esenzione è di 5,29 euro): per i buoni elettronici viene data la possibilità di aumentare l’importo a 7 euro, con vantaggi tanto per i lavoratori quanto per i datori di lavoro, in termini di riduzione della contribuzione previdenziale. => Buoni pasto: le novità 2015 Normativa Più in particolare, la novità introdotta dalla Legge di...

Welfare aziendale: i benefit sul podio

Welfare Tra i fringe benefit più gettonati vi sono la sanità integrativa e gli sconti. Una valutazione che sembra essere diretta conseguenza della crisi economica, che spinge lavoratori ed imprese verso specifiche forme di welfare aziendale. Lo rivela la survey promossa da Welfare Company (curata dal Prof. Luca Pesenti, Docente di Organizzazioni Sociali e Welfare Plurale presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano) e condotta tra oltre 100 manager delle Direzioni del Personale di altrettante aziende operanti in Italia. Oltre alle polizze sanitarie (46%), tra i benefit sul...

Buoni pasto, esenzioni fiscali e novità 2015

Buoni pasto La  Legge Stabilità 2015 ha previsto un aumento del limite di esenzione fiscale applicabile ai buoni pasto acquistati per i dipendenti, che passa da 5,29 a 7 euro per ciascuno buono emesso su base giornaliera. La novità entra in vigore però dal 1 luglio 2015 e solo per i ticket emessi in formato elettronico che danno al possessore il diritto di ottenere, con gli esercizi convenzionati con la società, l’emissione di buoni. => Legge di Stabilità 2015: sintesi delle novità Beneficiari I buoni pasto sono benefit che l’azienda concede ai dipendenti, in alternativa al servizio di...

Incrementare le performance professionali con il Fattore F

Performance aziendali Contribuire alla felicità dei dipendenti comporta per l'impresa un significativo miglioramento delle performance aziendali, non tanto grazie a benefit e premi economici quanto piuttosto grazie a strumenti di Welfare che gratifichino il lato umano e privato del lavoratore/risorsa invece che soltanto quello lavorativo: i lavoratori felici superano la media della produttività del 31% e sviluppano una creatività professionale tre volte superiore, come confermano diversi studi. Facilitazioni messe a disposizione dall'azienda, qualità dei luoghi di lavoro, equità nei rapporti con i...

Lavoro: le imprese italiane tagliano benefit e bonus

Pagamento in contanti Le imprese italiane non concederanno benefit aziendali ai dipendenti per questo 2012, rimandando la decisione di concedere o meno incentivi per la produttività a quando si capirà meglio se l'Italia uscirà davvero dalla crisi. A rivelarlo è l'ultima indagine condotta da dalla società di ricerca di personale qualificato Robert Half che ha intervistato circa 200 dirigenti d'azienda italiani: più della metà (52%) ha dichiarato di prevedere uno stop a bonus o benefit per i propri impiegati, almeno nella prima metà del 2012. Un 5% del campione non ha ancora deciso sul da...

X
Se vuoi aggiornamenti su benefit dipendenti

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy